Alis inaugura i nuovi uffici della sede nazionale con gli studi di Alis Channel

Lancia l'evento nazionale di Sorrento da Giovedì 1 a Sabato 3 Luglio.

Guido Grimaldi: “ALIS continua a fornire una spinta proattiva per la ripartenza del trasporto e della logistica promuovendo la sostenibilità ambientale a favore delle nuove generazioni”




“Abbiamo vissuto una giornata particolarmente significativa per la nostra Associazione, grazie ad un importante Consiglio direttivo che ha visto l’inaugurazione dei nuovi uffici della sede nazionale di Roma e, in particolare, degli studi di ALIS Channel, la nostra tv associativa interamente dedicata al mondo dell’economia e al popolo del trasporto e della logistica”. Il Presidente di ALIS Guido Grimaldi ha commentato con queste parole i lavori del Consiglio direttivo, che sono stati conclusi dall’autorevole intervento del Presidente dell’AdSP Mar Tirreno Centro-Settentrionale Pino Musolino e al termine dei quali è seguito il momento di inaugurazione, che ha visto protagonista del taglio del nastro il giornalista Bruno Vespa, insieme al Presidente di GSE (Gestore Servizi Energetici) Francesco Vetrò, all’AD del Gruppo Grimaldi e Vicepresidente dell’International Chamber of Shipping Emanuele Grimaldi, al Direttore de “Il Mattino” Federico Monga e al Vicepresidente di ALIS Marcello Di Caterina. “Proprio in un momento socio-economico in cui si intravedono finalmente segnali di fiducia e speranza, soprattutto attraverso il piano vaccinale attuato dal Commissario Gen. Figliuolo che sta proseguendo con dati e numeri incoraggianti, ALIS vuole continuare a fornire una spinta proattiva per la ripartenza del trasporto e della logistica promuovendo la sostenibilità ambientale a favore delle nuove generazioni. L’appuntamento di oggi è andato proprio in questa direzione, come è stato evidenziato nel talk di ALIS Channel, condotto da Bruno Vespa, che ha accompagnato la nostra inaugurazione”.Abbiamo infatti sottolineato come oggi sia stato compiuto già un notevole passo in avanti nei confronti della sensibilità green e della transizione energetica ed ecologica, - ha aggiunto il Presidente Grimaldi - come testimoniano anche i numerosi interventi e progetti previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a supporto della rivoluzione verde e delle nuove forme di energia, ma anche gli importanti investimenti portati avanti dagli associati ALIS nell’utilizzo di mezzi sempre più sostenibili, innovativi e tecnologicamente avanzati. Oltre infatti al ruolo chiave che stanno svolgendo e continueranno a svolgere le Istituzioni proprio per rendere sempre più consapevoli le nuove generazioni, ALIS intende essere un punto di riferimento anche per i decisori pubblici, continuando a portare avanti le istanze dell’intero settore e ponendo all’attenzione l’urgente necessità di sburocratizzare i processi amministrativi e di digitalizzare ulteriormente la catena logistica”. “Il nostro settore è stato chiamato ad affrontare nell’ultimo anno così complesso e delicato innumerevoli sfide e, nello specifico, il nostro cluster ha continuato a mettere a sistema le eccellenze del trasporto e della logistica, con il comune obiettivo di uscire dalla crisi e di raggiungere traguardi sempre più rilevanti in termini di trasporto intermodale eco-sostenibile. Questa visione ci ha portati ad accrescere ulteriormente la nostra rappresentatività grazie ai numerosi ed importanti ingressi di nuove aziende e ci ha altresì portati ad ottenere dati notevoli in riferimento allo sviluppo della sostenibilità, essendo riusciti a sottrarre dalle strade circa 100 milioni di tonnellate di merci portandole su mare e ferro, con un abbattimento di emissioni di oltre 3,5 milioni di tonnellate di CO”. “Questi dati non possono lasciare indifferenti perché testimoniano un impegno concreto e decisivo nella tutela dell’ambiente. Proprio per tale motivo, la nostra Associazione - ha proseguito il Presidente di ALIS - ha richiesto ai vertici governativi di valorizzare le aziende virtuose che agiscono ed investono nella blue e green economy, ad esempio rendendo strutturali le misure incentivanti per l’intermodalità Marebonus e Ferrobonus ed aumentandone la dotazione finanziaria fino a 100 milioni all’anno per ciascuna misura. Allo stesso tempo, proponiamo di utilizzare le risorse del PNRR o del fondo complementare per destinare specifici premi, sotto forma di incentivi a fondo perduto per un massimo del 30% o di forme di detassazione, alle aziende che rinnovano i propri mezzi stradali, marittimi e ferroviari e che, riducendo realmente le emissioni inquinanti, accelerano fortemente il processo di transizione green”. “ALIS, con la convinzione quindi che la sostenibilità ambientale rappresenti la vera sfida del 2021, - ha concluso Guido Grimaldi - ha dato appuntamento a Sorrento per il prossimo evento nazionale associativo che si svolgerà da giovedì 1 a sabato 3 luglio alla presenza degli stakeholder del settore che si confronteranno con rappresentanti del Governo e delle Istituzioni nazionali ed europee, giornalisti ed esponenti del mondo imprenditoriale, formativo ed accademico”.

2 visualizzazioni0 commenti