Arturo Diaconale un liberale, un uomo perbene


Un uomo libero ci ha lasciato, Arturo Diaconale un giornalista che per decenni ha vergato le nostre giornate con le parole che solo un vero liberale sa scrivere, con le idee che senza paura e tentennamenti ha divulgato sulle pagine di giornali e discusso in trasmissioni televisive che ne hanno sempre raccontato l’energia e l’equilibrio che sapeva trasmettere. Rispettato da tutti anche da chi non ne condivideva il pensiero ma ne ha sempre riconosciuto la moderazione, quella di un pensiero liberale che faceva del rispetto delle idee altrui l’anima sulla quale si è sempre fondato tutto ciò che faceva. Abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo, di partecipare alle sue iniziative come quella del Tribunale Dreyfus creato da Diaconale per riportare l’operato della giustizia all’interno di un alveo di maggiore equità, ispirato sempre dall’idea liberale nella quale l’individuo ha la sua centralità fatta di idee e pensieri alti. Abbiamo avuto l’onore di scrivere articoli per l’Opinione il quotidiano da lui diretto, nave in mezzo alle tempeste di un’editoria difficile quando si vuole essere indipendenti, per non inchinarsi alle facili sirene di chi cerca di asservirti a poteri politico/economici che possono rendere facile la vita di un giornale ma che ne offuscano l’obbiettività che Arturo ha sempre voluto difendere senza piegarsi, continuando a combattere. Trovavamo conforto nei nostri convincimenti che con Mondolibero abbiamo sempre sostenuto, da liberali c’era una intesa implicita che ci mancherà come mancherà a tutti un uomo perbene, mancherà quell’interpretazione che sapeva dare all’attualità e che ci faceva capire e ritrovare laddove la confusione del nostro tempo spesso ci fa smarrire, ci rimangono i suoi scritti, i suoi libri, i suoi articoli che potremo rileggere continuando a tenere con noi i suoi pensieri e le sue idee. Ciao Arturo

Federico Tassinari

12 visualizzazioni0 commenti

Iscriviti alla nostra newsletter

© 2023 by Mondoliberonline!