Calcagno (Fastweb): fare rete tra aziende e associazioni per promuovere l’alfabetizzazione digitale



Roma, 11 Marzo 2021 - “La formazione e l’alfabetizzazione digitale

possono rappresentare le leve necessarie in direzione della ripresa

economica del Paese. Credo fortemente che investire in competenze

digitali sia in questo momento quanto mai prioritario”. Così Alberto

Calcagno, amministratore delegato di Fastweb, nel corso dell’evento

online promosso dalla Delegazione FERPI Lazio della Federazione

Relazioni Pubbliche Italiana e dedicato ai temi della crescita e del

nuovo approccio al mondo del lavoro, che ha visto il contributo delle

associazioni, AIDR-Associazione Italian Digital Revolution,

PWN-Professional Women Network e UCID Roma-Unione Cristiana

Imprenditori Dirigenti.

“La possibilità di poter accompagnare le persone in un percorso volto

a sviluppare al meglio le proprie capacità, rappresenta per me come

imprenditore motivo di orgoglio. Insieme alle associazioni, sulla

scorta anche di quanto già fatto in questi anni come azienda - ha

continuato l’amministratore delegato di Fastweb -, possiamo dar vita a

progetti concreti dedicati alla diffusione della cultura digitale,

fornendo ai cittadini una cassetta degli attrezzi per muoversi nella

nuova realtà che si va delineando con maggiore consapevolezza”.

L’evento online ha preso spunto dalla presentazione del libro di

Alberto Calcagno, “Get in the Game”, uscito per Mondadori, un saggio

in cui Alberto Calcagno ripercorre il proprio percorso di crescita

personale e professionale all’interno dell’azienda, una storia

emblematica ed esemplificativa dell’atteggiamento premiante per

affrontare le sfide professionali e non solo che il mondo di oggi, con

il carico aggiunto della pandemia, ci pone. Attorno ai temi di

crescita, sfida, inclusione sociale e crescita, sotto la guida di

Andrea Picardi, Direttore della comunicazione di I-Com-Istituto per la

competitività, si sono alternati gli interventi dei relatori, che

hanno affrontato ciascuno attraverso il contributo della associazione

di riferimento, i punti principali del volume.

“Il libro di Calcagno ha il merito di aver evidenziato la necessità di

dare priorità alla responsabilità sociale dell’azienda - ha

evidenziato nel suo intervento Isabella Gorini - UCID Roma

Coordinamento Donne. Ciò si traduce in una maggiore partecipazione

delle persone, ma anche in una maggiore cura da parte dell’azienda dei

bisogni di ogni singolo dipendente, così come testimoniano i percorsi

di crescita e formazione cui Calcagno faceva riferimento”. “La

crescita di un’azienda, così come di ogni altra organizzazione non può

prescindere da percorsi volti a garantire l’empowerment femminile, sia

in termini di competenze che devono essere sviluppate, sia in termini

di occasioni che devono essere generate - così Anna Benini, Presidente

PWN Roma nel corso del suo intervento. “C’è un cambio di strategia,

che sottende tutto il percorso di crescita evidenziato nel libro - ha

sottolineato Giuseppe De Lucia, Delegato FERPI Lazio; il passaggio da

una relazione cliente - fornitore, ad un nuovo modello che include una

più reale integrazione dei bisogni e delle esigenze, in un dialogo

costruttivo tra le parti.” Sulla priorità della diffusione della

cultura digitale, quale elemento essenziale per la crescita

individuale e professionale, è intervenuto il presidente di Aidr,

Mauro Nicastri: “l’alfabetizzazione digitale, non si esaurisce nel

semplice, pur necessario corso di formazione, ma si inquadra in una

strategia di promozione culturale più ampia. Consegnando alle persone

la cassetta degli attrezzi, le si rendono realmente partecipi della

rivoluzione digitale, che stiamo vivendo.”

1 visualizzazione0 commenti