Caro bollette, Librandi (Italia Viva): "Bene aiuti, ma urgente strategia europea"



"Come anticipato dal Ministro Cingolani, il Governo sta per stanziare altri 10 miliardi per sostenere famiglie e imprese contro il caro bollette. È un intervento che ha tutto il nostro sostegno, ma non basta. L’impennata dell’energia sta alimentando una spirale inflazionistica preoccupante e potrebbe generare un nuovo shock per la produzione. Per risolvere questi problemi serve una strategia strutturale, sia a livello nazionale che europeo.


Nel nostro Paese va totalmente riformato il meccanismo degli oneri in bolletta, perché penalizza i piccoli imprenditori con bassi consumi energetici, che indirettamente finanziano la maggiore quota di oneri per il sostegno delle energie rinnovabili, per le imprese energivore e i bonus sociali, di cui usufruiscono meno dei grandi gruppi. Inoltre, vanno incentivati gli investimenti per il risparmio energetico, attraverso la sostituzione di tecnologie obsolete utilizzate nella produzione, nelle strade e negli edifici pubblici e privati. A livello europeo è sotto gli occhi di tutti che l’Europa non possa stare al ricatto dei grandi Paesi produttori, in particolare della Russia, e che, d’altro canto, debba varare un piano speciale per idrogeno e rinnovabili".


Di Gianfranco Librandi (deputato di Italia Viva)

6 visualizzazioni0 commenti