Cicchitto (ReL): "non conteggiare asintomatici gravissimo imbroglio"


"Siamo di fronte ad una proposta gravissima, quella di non conteggiare più gli asintomatici come se essi non contagiassero gli altri.

A suo tempo, fine gennaio-febbraio 2020, quando il presidente della Regione Veneto Zaia e il professor Crisanti collaboravano, quello che salvo’ il Veneto fu la messa in campo di tamponi che consentendo di scoprire gli asintomatici bloccarono l’esplosione del contagio in quella Regione. Adesso Zaia propone di non conteggiare più gli asintomatici per pure ragioni economiche, ma e’ una proposta suicida sul terreno sanitario. Siccome aumenta il numero dei contagiati allora si propone che invece di combattere la malattia si cambiano i numeri : un vero imbroglio che ci auguriamo non venga fatto proprio dal governo."


lo dichiara in una nota Fabrizio Cicchitto, Presidente di Associazione Riformismo e Libertà.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti