Democrazia Liberale plaude alla nomina di Frattini al Consiglio di Stato


"Democrazia Liberale ha appreso con viva soddisfazione la notizia che il Consiglio Superiore della Giustizia Amministrativa ha designato all’unanimità, come prossimo Presidente del Consiglio di Stato, il prof. Franco Frattini, più volte ministro della Repubblica e giurista di chiara fama. I liberali hanno in particolare avuto occasione di apprezzarne la competenza giuridica e l’autonomia di giudizio nel luglio del 2020, allorché, come Presidente della III Sezione del Consiglio di Stato mentre ha accolto, come non poteva non fare, l’istanza cautelare avanzata dall’Avvocatura dello Stato per la sospensione degli effetti della sentenza del TAR Lazio che aveva concesso agli avvocati della Fondazione Einaudi l’accesso civico ad alcuni verbali del Comitato Tecnico Scientifico, posti a base dei vari DPCM dell’epoca, ingiustamente secretati dall’allora Protezione Civile l’ha tuttavia fatto scrivendo una motivazione giuridicamente impeccabile che ha finito per convincere l’Amministrazione a rinunziare all’impugnazione liberalizzando i documenti e così consentendo a tutti i cittadini di potere autonomamente valutare le ragioni sottese alle disposizioni inizialmente emanate dal Governo di allora per fronteggiare le prime fasi dell’emergenza sanitaria."


Lo dichiarano in una nota congiunta Enzo Palumbo e Marco Montecchi, Presidente e Segretario di Democrazia Liberale.

2 visualizzazioni0 commenti