Elezioni: Fiorini (Lega), Bonelli e il Pd come i capponi di Renzo

Roma, 13 set -

"Se la coesione nella coalizione-forzata di sinistra era già credibile come una banconota da 11 euro, ora nessuno nutre più alcun dubbio. Perfino il Pd si vergogna di Bonelli &co. Il fatto, peraltro, è già stranoto ai cittadini del mio collegio U05 di Imola dove Bonelli è stato paracadutato da Roma, ma dove non si è mai visto nemmeno con il binocolo.


I Dem l'hanno tenuto ben nascosto perché fino ad oggi ha solo saputo litigare a mezzo stampa con tutti: con il suo partito, con il Pd e con il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.


Il Signor NO dei Verdi e la sinistra sono come i capponi di Renzo: sanno solo beccarsi tra di loro, sanno solo demonizzare gli avversari, dire sempre NO, ma proposte per l'Italia e i territori zero. Come si fa ad affidare un Paese, in piena crisi energetica e prossimo alla recessione a questa sinistra, a gente come questa, al Bonelli, che nemmeno i suoi alleati vogliono al proprio fianco e si vergognano di lui!".


Lo dichiara la deputata della Lega, Benedetta Fiorini, candidata al collegio uninominale U05 di Imola e al plurinominale P01 Emilia.



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti