Fabrizio Cicchitto: Csm attuale come ultima rettifica di Salò


"Per un verso Salvi, per altro verso Greco girano lo sguardo da una altra parte e anzi vanno addosso a Storari che invece dovrebbe essere ringraziato per quello che comunque ha fatto sapere sulla vicenda Amara-Loggia Hungaria in una seria di vicende processuali. Invece Salvi tace e Greco copre De Pasquale per quello che ha cercato di fare nel processo contro l’Eni. Salvi, Greco, Ermini, Cantone e Gigliotti sono le lance spezzate di un Sistema che per difendersi e mettere tutto a tacere adesso concentra i suoi colpi su Palamara e Storari. Ma quale credibilità hanno questi personaggi e quel Csm che ricorda molto l’ultima raffica di Salo’ e adesso spara a palle incatenate contro la Cartabia e la riforma della giustizia, unici strumenti per salvare in Italia la funzionalità della giustizia italiane e la credibilità della stessa Magistratura cioè di quella larga parte di essa che non ha a che fare con le logiche e le procedure del “Sistema”."

1 visualizzazione0 commenti