Giovane 23enne incensurato dopo lite con la madre 58enne, la colpisce con calci e pugni e la uccide.


Aicurzio (MB) via della vittoria 6, giovane 23enne, incensurato, disoccupato, celibe, seguito lite con la madre 58enne convivente, dopo averla colpita con pugni e calci ne procurava il decesso. Predetto contattava n. 112 della Centrale di Monza, allertando dell’accaduto autoaccusandosi ed attendendo arrivo dei carabinieri rimanendo in linea con l’operatore.

Sul posto Carabinieri della Compagnia di Vimercate e stazione competente di Bernareggio, richiesto intervento di Nucleo investigativo Monza per i rilievi, nonché medico legale e sost. procuratore sul posto.

Al momento i carabinieri stanno sentendo parenti e vicini. Mentre è in corso, presso la caserma di Vimercate, l’interrogatorio del giovane da parte del sostituto procuratore di turno della Procura della Repubblica di Monza dott. Santini.


Ulteriori accertamenti in corso.

2 visualizzazioni0 commenti