GRUPPO ICM compie 100 anni: nel 2020 acquisiti 587 milioni di euro di contratti



Per il gruppo vicentino delle costruzioni un fatturato di 363 Milioni, in linea con quello dello scorso anno, con un ’EBITDA in aumento (60 milioni di euro rispetto ai 37 del 2019)


Lunedì scorso il Presidente Gianfranco Simonetto ha partecipato a Ginevra alla posa della prima pietra del progetto “Science Gateway” del CERN dedicato a Marchionne, su cui ICM è al lavoro con Cimolai





Vicenza, 23 Giugno 2021 - Lo scorso 14 Giugno 2021 si è tenuta l’Assemblea degli Azionisti di ICM SpA che ha visto l’approvazione del bilancio 2020 e il rinnovo del Consiglio di Amministrazione.


Nonostante la grave pandemia del 2020 che ha comportato un rallentamento generale delle attività ed una perdita di produzione, soprattutto in Italia, il Gruppo ha chiuso con un fatturato consolidato equivalente a quello del precedente esercizio (363 milioni di Euro), con un EBITDA in aumento (60 milioni nel ’20 e 37 milioni nel ’19), un risultato netto di 1,2 milioni (1,4 milioni nel ‘19), dopo aver effettuato accantonamenti a fondi per 8,7 milioni.


La posizione finanziaria netta è pari a 85,9 milioni di Euro (76 milioni nel ’19) e la struttura finanziaria risulta consolidata con finanziamenti a medio termine.


L’ammontare dei contratti acquisiti nel 2020 (567 milioni) è uno dei più rilevanti dell’ultimo decennio, e permette alla società di avere un backlog di 1,8 mld ripartito per il 55% in Italia e per il 45% all’estero, con 1700 dipendenti di cui 300 in Italia.


Gruppo ICM è oggi presente anche in Svizzera, Austria, Slovacchia, Romania, Qatar, Kenya, Camerun e Capo Verde.


Anche nei primi mesi del 2021 sono proseguite le acquisizioni di commesse, soprattutto in Italia, per un valore di 200 milioni: i lavori di costruzione della variante all’abitato di Polizzi Marina; il ripristino e consolidamento di gallerie in Liguria e un fabbricato logistico a Pomezia


“Nell’anno del centenario della fondazione (1921–2021) – commenta Gianfranco Simonetto, Presidente di Gruppo ICM - la nostra società si presenta con un business plan dove il portafoglio già acquisito a fine 2020 permette di coprire il 100% dei ricavi previsti nel biennio 2021 (500 milioni di Euro) e 2022 (550 milioni di Euro), e il 90% dei ricavi del 2023.


Il business plan, che prevede una crescita significativa a partire dall’anno in corso, non tiene ancora in conto nessun beneficio derivante dal considerevole programma che le autorità italiane stanno lanciando con il PNRR.


La contrazione del numero delle imprese di dimensione rilevante offerenti, la buona posizione di mercato del Gruppo, e la forte presenza commerciale anche in Italia, non possono che portare ulteriori benefici e fare di ICM una protagonista del settore nell’anno del suo centenario.”



L’Assemblea ha anche rinnovato il Consiglio di Amministrazione, confermando come Presidente Gianfranco Simonetto e Amministratore Delegato Darik Gastaldello, nominando Vice Presidenti Giovanni Dolcetta e Francesco Simonetto e riconfermando a Consiglieri Bettina Campedelli, Francesco Marena, Claudio Calabi ed Alberto Regazzo.





***


Il Gruppo ICM – Impresa Costruzioni Maltauro, tra i top player italiani del settore delle costruzioni, è attivo con diverse società nei grandi lavori di ingegneria civile, industriale e infrastrutturale e opera come General Contractor sia in Italia che all’estero. Oltre al core business delle costruzioni, il Gruppo è presente con realtà consolidate nei settori della prefabbricazione, dell’ecologia e dell’estrazione e trasformazione di basalto. Le società del Gruppo detengono certificazioni di massimo livello per l’esecuzione dei lavori pubblici rilasciate da SOA e dispongono di avanzati e certificati sistemi di qualità e sicurezza.







15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti