Guerra in Ucraina, Sacco scrive a Berlusconi: "Tratti con Putin cessate il fuoco"



Una lettera aperta indirizzata all'ex premier, Silvio Berlusconi, da parte dell'imprenditore e storico esponente di Forza Italia, Fausto Sacco, già animatore dei circoli a sostegno di "Berlusconi Presidente della Repubblica", con la quale chiede al Cavaliere di scendere in campo nel conflitto tra Russia ed Ucraina.


"Pregiatissimo Presidente Berlusconi - scrive Sacco nella missiva - il futuro dell'economia Italiana, europea e mondiale è appesa agli sviluppi del conflitto in corso tra Russia ed Ucraina. Si tratta di una guerra inaspettata che giunge dopo due anni di pandemia, per tanti folle, e che per questo ci si auspica una rapida conclusione, anche per le gravi conseguenze che potrebbero abbattersi su tante nazioni. A nome di tanti piccoli imprenditori che soffrono per la crisi di liquidità e l'aumento del costo del petrolio e delle materie prime, desidero rivolgerle un invito accorato affinché metta in campo alla sua personalità, esercitando quella necessaria moral suasion nei confronti del presidente della federazione Russa, Vladimir Putin, al fine di favorire uno stop dei bombardamenti in Ucraina. Caro presidente, lei è stato l'unico che nel 2002 a Pratica di Mare è riuscito a far stringere la mano a Putin con l'allora presidente degli Stati Uniti d'America, Bush, dimostrando qualità diplomatiche ed autorevolezza che le conferiscono ancora un mandato pieno a mediare una doverosa soluzione per superare un conflitto che in questo momento è assai dannoso per la comunità internazionale. Sono certo che lei possa riuscire in una impresa di mediazione internazionale che molti hanno dimostrato di non essere in grado di compiere".

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SBAGLI