IL FONDO MANDARIN RILEVA SELEMATIC DA VERTIS SGR



Acquisito il 63,7% del gruppo attivo nella produzione di macchine per il packaging

L’operazione è il settimo investimento per il fondo Mandarin Capital Partners IlI

Nel 2021 la società target registrerà un volume d’affari di oltre 12 milioni: più del 50% all’estero

La società di private equity indipendente Mandarin Capital Partners acquisisce il 63,7% di Selematic, azienda italiana leader nella produzione di macchine automatiche per il packaging secondario per il settore alimentare, pet food e monouso. A cedere la quota di controllo è stata Vertis Sgr, che avrà un ritorno sul capitale investito di 2,7 volte. L’operazione (che secondo i rumors avrebbe un valore di una trentina di milioni) rappresenta il settimo investimento per il fondo Mandarin Capital Partners III. Selematic nasce nel 1978 a Eboli (Salerno), con l’obiettivo di progettare e realizzare impianti di imballaggio per confezioni di pasta secca. Nel corso degli anni l’azienda è cresciuta in maniera importante grazie al proprio know-how e alla qualità delle soluzioni proposte, conquistando spazi di mercato anche a livello internazionale. Ha contribuito anche il cambio della compagine sociale avvenuto nel 2017, con l’uscita di uno dei fondatori e con il contestuale ingresso in maggioranza di Vertis, Sgr guidata da Amedeo Giurazza che ha affiancato Vito Amabile, uno dei fondatori, e la sua famiglia nello sviluppo internazionale del business. Oggi Selematic si sviluppa su un’area industriale di oltre 50.000 metri quadri nel comune di Eboli. Nel 2021 registrerà un volume d’affari di oltre 12 milioni, di cui più del 50% all’estero e una redditività operativa superiore al 25%. Mandarin Capital, costituito nel 2007, è stato il primo fondo europeo a focalizzarsi su strategie di sviluppo internazionali con una particolare attenzione a Cina ed Estremo Oriente. Da allora Mandarin ha sviluppato una profonda esperienza nell’ambito dei processi di internazionalizzazione delle società in portafoglio. L’operazione è stata seguita dal managing partner, Lorenzo Stanca. Vertis Sgr è invece un operatore di private equity e venture capital italiano specializzato nel fornire capitale alle piccole e medie imprese, startup e scaleup con un approccio flessibile, industriale e indirizzato alla creazione di valore. A seguito dell’operazione Anna Maria, Lucia e Loredana Amabile, la seconda generazione al timone della società dopo la scomparsa del padre Vito, oltre a mantenere una minoranza di Selematic, continueranno a dirigere la società supportate dal team di Mandarin e dal nuovo presidente, Roberto Bonini, manager di grande esperienza nel business del packaging machinery. Bonini investirà direttamente in Selematic. I soci di Selematic sono stati assistiti da Equita K Finance, Giliberd Triscornia, Sol Kin Dar, Pirola Pennuto Zei, mentre Mandarin Capital Partner è stata assistita da Blf Studio Legale, Russo De Rosa Associati, Accuracy, Gea ed Ethica Group.

L’articolo di Carlo Festa, pubblicato su Il Sole 24 Ore, il 30 novembre 2021

24 visualizzazioni0 commenti