Il parlamento del Qatar: “Senza Italia non sarà lo stesso mondiale”



Uno stadio che ospiterà la coppa del mondo dopo l’evento potrebbe arrivare in Italia

La Shura, il parlamento del Qatar, non utilizza giri di parole. Al prossimo mondiale i padroni di casa tiferanno Italia. A rivelarlo è il numero uno dell’assemblea del Golfo Persico che sostiene: “Senza Italia non sarà lo stesso mondiale”.


Più di un delegato, rivolgendosi alla delegazione, guidata da Michela Colucci e Michela Cialini, Nhcr, istituzione che si occupa di diritti umani e composta da sette parlamentari di Camera e Seanto, ha rivelato come la speranza a queste latitudini è che agli spareggi la spunti la nazionale guidata da Roberto Mancini, riuscendosi così a qualificare e andare fino in fondo.


Addirittura il capo delegazione, innamorato del nostro paese, ha lanciato una sorta di profezia: “Se l’Italia, come speriamo che succeda, arriverà in Qatar darà filo da torcere a chiunque. Qui non c’è persona che non simpatizza per Chiesa, Jorginho, Chiellini e Donnarumma”.


Qualunque fosse l’esito del mondiale, intanto, si rafforza la collaborazione tra due nazioni amiche, a partire dagli stadi. Al termine della manifestazione internazionale, i qatarini, infatti, sono pronti a esportare le loro strutture, che sono smontabili e poco impattanti, in giro per il pianeta. “Non escludiamo che uno dei palcoscenici dei prossimi mondiali possa essere destinato anche all’Italia”.

91 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SBAGLI