Il Sindaco Garlaschelli insieme all’On. Lucchini Incontrano il Presidente Attilio Fontana

“1,6 milioni da Regione Lombardia per un Teatro Sociale che vogliamo sia una vera e propria piazza della città, aperto a tutti per momenti di partecipazione e crescita culturale”




Nella giornata di oggi, il Sindaco di Voghera Paola Garlaschelli ha partecipato presso la sede di Regione Lombardia a Milano ad un incontro in il Presidente Attilio Fontana. All’ordine del giorno il finanziamento di 1,6 milioni di Euro annunciato ieri e destinato al completamento dei lavori di restauro del Teatro Sociale di Voghera, grazie ad un finanziamento regionale. Presente all’incontro anche l’On. Vogherese Elena Lucchini.

“Ringrazio sentitamente il Presidente Fontana, che come sempre si è dimostrato attento alle esigenze del territorio e della nostra città – le parole del Sindaco Paola Garlaschelli sull’incontro in Regione Lombardia -. Una vicinanza che si traduce, oggi, in un impegno concreto: prova ne è il finanziamento annunciato nelle scorse ore, con cui Voghera potrà finalmente restituire alla comunità il Teatro Sociale recuperato in tutti i suoi spazi e in tutte le sue strutture. Un risultato reso possibile da un ottimo lavoro di squadra che ha coinvolto diversi livelli istituzionali e rappresentanti istituzionali che hanno saputo fare rete e unire le forze per raggiungere un obiettivo importante. Come Amministrazione Comunale abbiamo sempre indicato come prioritario il recupero del Teatro e il supporto dell’On. Lucchini è stato fondamentale, così come la disponibilità di Regione Lombardia a intervenire per far tornare a vivere uno dei teatri più belli e di valore della Lombardia. Il completamento dei lavori del loggione e del foyer segneranno la rinascita di un Teatro Sociale che nelle nostre intenzioni sarà una vera e propria piazza della città, luogo di incontro, condivisione, partecipazione. In questo senso, oltre alle programmazioni e alle rassegne che saranno sicuramente all’altezza del prestigio del Teatro, vogliamo offrire alla Comunità un luogo nuovo, aperto alle Associazioni di volontariato, culturali, di categoria, alle Scuole, a tutti coloro i quali vogliano dare una cornice speciale a eventi e momenti di partecipazione e crescita culturale”.

7 visualizzazioni0 commenti