L'e-commerce della droga in Brianza con tanto di prezzario: gang delle app sgominate dai Carabinieri

In 8 arrestati, sequestrati un revolver rubato e 30 kg tra cocaina, hashish e marijuana

Smerciavano via social pubblicizzando “in prevendita” la droga tramite app di messaggistica e con tanto di prezziario dettagliato

Le indagini hanno consentito di documentare le responsabilità degli appartenenti a due distinti sodalizi, ma collegati tra loro, uno operante nell’area del Vimercatese e l’altro tra i comuni di Limbiate e Varedo, che a vario titolo, dall’estate 2019 al mese di marzo 2021, -anche in piena pandemia da covid-19- si sono resi responsabili di diverse cessioni di stupefacente di tipo cocaina, hashish e marjuana nella provincia di Monza e Brianza (comuni di Concorezzo, Usmate Velate, Agrate Brianza, Varedo e Limbiate) e produzione di marjuana nella provincia di Lodi (comune di Sant’Angelo Lodigiano).

Per vendere la droga, il sodalizio utilizzavano le App di messaggistica di Telegram e di Istagram, abilitando l’opzione per la cancellazione dei messaggi inviati con un timer o manualmente così da eliminare ogni traccia delle conversazioni, ricorrendo a brevi conversazioni telefoniche solo per gli appuntamenti.

La “prevendita”L

In particolare utilizzavano un linguaggio gergale definendo “prevendita” la disponibilità delle sostanze stupefacenti, inviando anche delle foto della “merce”.

Grazie al tempestivo sequestro dei telefonini agli indagati durante i riscontri che hanno portato agli arresti in flagranza di reato, i carabinieri estrapolando le conversazioni dalle varie app e visionando il contenuto riuscivano a ricostruire modalità e rete di spaccio.

I militari del Comando Provinciale di Monza Brianza, col supporto di quelli dei Reparti territorialmente competenti e Aereo, del Nucleo Elicotteri di Orio Al Serio, alle prime luci dell’alba, hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa di misura cautelare personale – emessa dal Tribunale di Monza seguito richiesta della locale Procura della Repubblica - nei confronti di 8 soggetti (tutti nazionalità italiana), ritenuti a vario titolo responsabili di detenzione, produzione e spaccio di sostanza stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marjuana.

50 militari impiegati che alle ore 04.00 hanno effettuato congiuntamente otto blitz nei comuni di:

* Concorezzo,

ove dimorano tre dei destinatari, il 33enne dal cui arresto scaturivano le indagini, e che alla data odierna era affidato ai servizi sociali con divieto di uscire nelle ore notturne, in esecuzione pena seguito condanna per l’evento in narrazione; ulteriori due giovani un 21enne ed un 25enne quest’ultimo già agli arresti domiciliari poiché arrestato nel mese di marzo 2021;

* Biassono, presso l’abitazione dell’indagato 21enne, anch’egli agli arresti domiciliari poiché arrestato con il coindagato 25enne di Concorezzo;

* Varedo, presso l’abitazione dell’indagato cl. ’00;

* Limbiate, presso l’abitazione dell’indagato cl. 99;

* Pioltello, presso l’abitazione dell’indagato cl. 78;

* Sant’Angelo Lodigiano, presso l’abitazione dell’indagato cl. 55;

Tutti gli arrestati sono di nazionalità italiana, tra loro alcuni erano operai mentre gli altri non risulta che svolgessero attività lavorative, altresì i due soggetti di Pioltello e Sant’Angelo erano già gravati da precedenti specifici.

Le indagini coordinate della Procura della Repubblica di Monza sono state avviate quando uno degli indagati di 34 anni è stato arrestato nel Marzo 2020, in Usmate Velate, per detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, rinvenendo nel suo appartamento circa un kg tra cocaina, hashish e marjuana, € 4000 circa. Pochi giorni dopo un altro blitz dei carabinieri permetteva di rinvenire, in un garage di pertinenza ed in uso allo stesso giovane, ulteriori kg 16 di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish e marjuana.

L’attività investigativa, condotta dai militari della Compagnia di Vimercate, anche mediante attività tecniche di intercettazioni telefoniche, ha consentito di individuare due distinti sodalizi collegati tra loro, con basi operative in Concorezzo e Varedo che gestivano "un giro di numerosi clienti” dediti all’acquisto e al consumo di cocaina, marjuana ed hascisc, avendo le loro “piazze” di spaccio, il primo gruppo nell’area del Vimercatese (comuni di Concorezzo, Usmate Velate, Agrate Brianza), e l’altro tra i comuni di Varedo e Limbiate, in particolare all’interno dei parchi e parcheggi pubblici anche in pieno centro abitato dove i “pusher” attendevano i clienti che, previo appuntamento, si avvicinavano per acquistare lo stupefacente e allontanarsi subito. Attività condotta costantemente dal mattino sino alla sera inoltrata.

Per quanto riguarda i destinatari dell'ordinanza cautelare nel corso delle indagini sono state acclarate, tra l’estate 2019 e marzo 2021, anche grazie all’identificazione dei numerosi acquirenti, la vendita di oltre 2000 dosi di stupefacente, con ricavi complessivi stimati in euro 25 mila circa e sequestrati oltre 30 kg di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish e marjuana, la somma contate di € 10mila circa, nonché, il rinvenimento di un revolver, oggetto di furto in abitazione, in particolare durante le fasi investigative i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Vimercate con l’ausilio dei Carabinieri competenti territorialmente hanno:

* Febbraio 2021 ad Agrate Brianza arresto dell’indagato 28enne trovato in possesso di kg 3 circa di hashish;

* Marzo 2021 Agrate Brianza arresto dei due indagati 25enne e 21enne trovati in possesso di gr 250 hashish e la somma contante di euro 5500 circa, nonché seguito perquisizione di un garage nelle loro disponibilità nel comune di Monza ulteriori gr 950 hashish nonché veniva rinvenuto un revolver marca Smith Wesson cal. 38 corto, illegalmente detenuto, oggetto di furto in abitazione commesso nel dicembre 2019 a Briosco;

* Marzo 2021 Varedo arresto dell’indagato 19enne trovato in possesso di kg 2 circa di marijuana

* Febbraio 2021 Sant’Angelo Lodigiani (LO) veniva individuato un capannone in disuso trasformato in laboratorio per la produzione e l’essiccazione di piante di marijuana, al momento dell’accesso venivano trovare oltre 200 piante di marijuana all’interno di vasi e circa kg 2 di Marijuana già essiccata nonché tutto l’occorrente per la coltivazioni tra cui lampade fluorescenti e trasformatori di energia elettrica.

Inoltre venivano deferiti in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio nonché segnalati alla prefettura quali assuntori un totale di circa 20 soggetti.

Nella mattinata, a termine delle operazioni di notifica e dei rilievi dattiloscopici, degli 8 (otto) arrestati:

6 (sei) venivano tradotti in carcere e 2 (due) riaccompagnati presso le proprie abitazioni ove sottoposti agli arresti domiciliari. Tutti dovranno rispondere di concorso finalizzano all’approvvigionamento, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, inoltre 5 di loro veniva anche contestata la coltivazione.



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti