Luca Palamara: "La politica è dei cittadini, non è proprietà di qualcuno, e io mi rivolgo a loro."

Così il candidato Luca Palamara arrivato davanti alla Corte di Appello di Roma in occasione della presentazione della lista per il collegio Uninominale Primavalle Camera dei Deputati




"Io ho raccontato quello che è stato il mio percorso e la mia attività nel sistema, l'ho raccontato squarciando un velo di ipocrisia, l'ho raccontato con un obiettivo, quello, non tanto di andare contro qualcuno, ma di andare nell'interesse del Paese e della gente. Su questa strada io continuerò." "La politica è dei cittadini, non è proprietà di qualcuno, e io mi rivolgo a loro. Forse questo è un altro tema che andrebbe approfondito; è la gente che decide, ed io mi sottoporrò al giudizio della gente. Quando loro diranno "vai avanti" andrò avanti, quando loro diranno "non andare avanti" continuerò a parlare e a parlare in altre sedi." "Il mio orientamento politico non esclude nessuno. In questo momento io mi approccio in un collegio importante della mia città su un tema specifico - quello della Giustizia - rispetto al quale le forze di centrodestra hanno mostrato sempre un grande interesse, io mi metto a disposizione per tutti anche per loro." "Ci sono stati apprezzamenti da parte della lista Sgarbi, e altre importanti dichiarazioni di uomini politici, ripeto, quello che mi ha entusiasmato nell'Agosto romano che notoriamente svuota la nostra città, è fare questa impresa, quella di oggi che per me costituisce un qualcosa che francamente mi stupisce, mi emoziona e mi incita ancora di più ad andare avanti. Mi seguono spontaneamente moltissimi cittadini, sono stato a Roma in Agosto, e ho battuto tutto il territorio, da Primavalle a Torrevecchia, da Monte Spaccato a Casal del Marmo, da Casetta Mattei a Boccea, da Casalotti all’Aurelio, tutti luoghi dove si voterà e ho avuto modo di parlare con la gente comune, con cittadini di varie estrazioni e orientamenti, di spiegare quello che è stato il mio percorso, quelle che sono state le vicende che mi hanno riguardato aprendomi al loro giudizio e al loro confronto. Le mie frequentazioni, le mie presentazioni, avvengono pubblicamente, quello che faccio non avviene nel chiuso di una stanza e continuerò. Sono tematico e monotematico, le posso dire i nomi dei cittadini, che sono quelli che mi sostengono." "C'è molto interesse da parte di tutti i cittadini, sul tema, che da circa 30 anni sta dividendo l'Italia, che è quello della giustizia. Quindi più che sfida c'è la volontà di porre al centro dell'attenzione del dibattimento politico, un tema fondamentale per la vita quotidiana di tutti, per comprendere quello che non ha funzionato nei rapporti tra politica e magistratura e per continuare a scoperchiare il vaso di Pandora." "Io non “ballo” da solo. Ballo ma soprattutto parlo con i cittadini, con le persone che dal basso mi hanno fatto capire di avere voglia di comprendere ciò che magari era stato raccontato in maniera distorta rispetto al quale io mi sono in qualche modo messo a disposizione di tutti, è una candidatura che chiaramente parte del basso e non su indicazione verticistica e come tale siccome riguarda un tema specifico che è quello della giustizia è aperta a tutti e non esclude nessuno"

4 visualizzazioni0 commenti