Musei Garibaldini Caprera

Si è tenuta la conferenza presso il compendio Garibaldino di Caprera, sulla tutela del patrimonio culturale " dalla triade Capitolina all'arciere sulcitano" a parlare il dott. Cav. Roberto Lai, con i saluti in apertura del Direttore dei Musei Garibaldini, Giannina Granara, Storico dell'Arte.



L'argomento trattato ha suscitato molto interesse fra il pubblico a cui era presente il Senatore Mario Birardi, e il Curatore onorario del Compendio, Giuseppe Garibaldi, pronipote del Generale.


L'esperienza e la passione del maresciallo Lai già in servizio al TPC di Roma, ed oggi Commissario Straordinario ANC TPC, ha fatto si che tutte le varie argomentazioni sui diversi casi di recupero del Bene Culturale, come appunto L'arciere sulcitano per quanto riguarda la nostra Isola, e la triade Capotolina per Roma Capitale, fossero intriganti storie da cui probabilmente, si prendera' anche lo spunto per dei docufilm, come accennato dal Lai, che ha tenuto alta l'attenzione con una serie di immagine e di relative informazioni davvero accattivanti e sorprendenti, un lavoro certosino di ricerca e di recupero che dura anche anni, ma che l'arma dei Carabinieri investigativa della Tutela del Patrimonio, osserva con costante impegno.


Un monito anche per le generazioni più giovani a non dimenticare la propria storia, con un invito a ricercare nel passato le radici della nostra cultura e della bellezza d'Italia che vanta circa il 75 per cento delle bellezze e dei beni culturali nel mondo. Nella splendida cornice della casa dell'eroe Garibaldi, tra i primi a valorizzare i sentimenti di appartenenza e di valori fondanti della patria, ancora una volta si è posto l'accento sulla necessità di riportare in Italia le opere d'arte di tutti i tempi, che ci appartengono,trafugati e venduti ad altri stati o a ricchi privati, perché siano patrimonio culturale dell'umanità intera, nei luoghi che li hanno visti nascere.


Riprende e conclude il concetto del bello, il Lai, sostenendo che dal punto di vista educativo guida alla consapevolezza che siamo tra le civiltà che più hanno permesso con il genio Italico, la creazione di autentiche ed i sostituibili opere d'arte, ricordando che molte delle nostre città sono dei veri e propri Musei a cielo aperto , la Granara concorda con un " Roma Docet".

1 visualizzazione0 commenti