Nascondere dietro al nome di una donna la volontà di silurare il bravissimo Carboni



Si sa che la Rai non cambia mai. E così, si chiacchiera di meritocrazia e poi ci si adopera per far fuori l’unico direttore che ha davvero performato in modo eccellente sui dati di ascolto. Come si fa dunque a giustificare l’amoveautur dell’unico direttore che sarebbe da premiare? Semplice. Si tirano fuori le quote rosa!


Ed ecco allora che in nome della differenza di genere e per lasciare invariati Tg2 e Tg3 si cominciano a sussurrare nei corridoi di viale Mazzini i nomi di tre valenti colleghe: Monica Maggioni, Simona Sala e Costanza Crescimbeni, tutte e tre molto brave e molto competenti. Avanti tutta. Il Gattopardo ha dato un'altra autorevole zampata!



Francesca Bellini

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti