Sì termovalorizzatore, Gualtieri scelga modello Berlino o si rischia situazione Mumbai

Matteo Di Paolo e Mattia Di Berti, promotori de L’Italia C’è




“Secondo i dati pubblicati oggi dal Comitato Termovalorizzatore Roma Daje, Roma tratta sul proprio territorio il 15% dei rifiuti prodotti, mentre la città di Berlino il 99%. Questo fa sì che solo il 4% dei rifiuti della capitale tedesca vada in discarica, mentre il termovalorizzatore di Ruhleben fornisce energia al 10% delle famiglie berlinesi. Quelle romane, invece, sono costrette a pagare con le proprie tasche il trasporto dei loro rifiuti nelle discariche di altri regioni.


Sono numeri chiarissimi. Nonostante l’evidenza e la necessità di un termovalorizzatore, c’è chi continua a fare demagogia contro la realizzazione di un impianto di economia circolare quanto mai necessario, spacciando paure e dubbi ma senza offrire mai soluzioni concrete. Ora è il momento per la città di Roma e il sindaco Gualtieri di scegliere il modello Berlino o si rischia di diventare una nuova Mumbai, la metropoli indiana sommersa dall’olezzo di montagne di rifiuti alte come edifici”

3 visualizzazioni0 commenti