Vincenzo Macaione con il supporto di Cordifin, lanciano: Welldone

piattaforma di consulenza per finanza a pmi e startup.




Si chiama Welldone Global Advisor e avrà come focus il supporto alle pmi nel corporate finance e alle startup nella ricerca di capitali. E’ la nuova creatura di Vincenzo Macaione, il banchiere d’affari siciliano ex fondatore del servicer di Npl Primus Capital, poi liquidato, e che nel 2018 ha fondato Main Capital Partners sgr, che è oggi in fase di raccolta per un fondo di direct lending e un fondo Utp corporate.


Tra i soci dell’sgr c’è in particolare Cordifin spa (holding che fa capo alla famiglia Cordioli, imprenditori dell’alluminio, zinco e rame), che oggi è anche il socio di controllo di Welldone con il 55%.

Cordifin, oltre al core business nel settore della lavorazione dei metalli, conduce investimenti in altri settori direttamente tramite società di scopo o partecipando a joint venture imprenditoriali con terzi soggetti, come è stato appunto nei casi di Main Capital Partners e di Welldone. Inoltre Cordifin è attiva anche nel settore immobiliare sia direttamente sia attraverso fondi immobiliari ad apporto, come quello costituito ad hoc da Dea Capital Real Estate sgr nel 2009 e oggi dotato di un patrimonio 63,6 milioni di euro. La società ha emesso lo scorso anno in più tranche 10 milioni di euro di cambiali finanziarie a scadenza 8 ottobre 2021, che sono state quotate alla Borsa di Vienna.


Tornando a Welldone, nel libro soci, dopo Cordifin, segue per dimensione la quota di Macaione che ha il 33%, mentre il 5% fa capo alla società di venture capital Key Capital e il restante 7% a soci di minoranza.

Con la nuova compagine sociale Welldone è oggi quindi operativa con nuove attività: l’advisory nel corporate finance; il servicing di crediti Utp e special situation (la società è in attesa di iscrizione all’albo dei soggetti autorizzati ex art 115 del TUB e possiede una sua spv 130 denominata Byron Capital spv, con all’attivo già varie cartolarizzazioni concluse); il financing alle pmi sia affiancandole nella cessione del credito d’imposta derivante dai bonus fiscali (a oggi già 220 milioni di euro di transato con clienti tra i quali la CNA-Confederazione Nazionale Artigiani) sia attraverso una nuova piattaforma finech, battezzata Weldone Credit Financing, che sarà lanciata il prossimo settembre e potrà contare su impegni di investimento per un totale di 30 milioni di euro già sottoscritti da investitori privati raccolti in club deal e dai soci; la consulenza e il supporto alle startup nella ricerca di capitali, grazie all’intervento di Key Capital; e infine sviluppo di soluzioni finanziarie attraverso tecnologia blockchain.


Quanto al management team, oltre a Macaione che è l’amministratore delegato, a dirigere la società sono Francesco Carobbi, managing director responsabile dell’attività di private Debt and direct lending (oggi anche cio di Main Capital Partners sgr ed ex JP Morgan Chase e Bank of Tokyo Mitsubishi e cofondatore della londinese Loans Specialist Advisory Services); Massimo De Dominicis, senior advisor per l’attività di debt restructuring (presidente di Main Capital Partners sgr e fondatore dello Studio D&S De Dominicis Soci confluito nel 2017 in DDP Partners); Giorgio Di Stefano, senior advisor per l’attività sul fronte startup and smart innovation (ceo e fondatore di KeyCapital); e Michele Zonin, senior advisor per il Wine and Food Business (vice presidente del noto gruppo vitivinicolo di famiglia Casa Vinicola Zonin).

108 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti